MOTORI CENTRALI: BOSCH E-BIKE SYSTEMS
MOTORI CENTRALI: BOSCH E-BIKE SYSTEMS

BOSCH E-BIKE SYSTEMS

L\'idea che sta alla base dello sviluppo sistema Bosch è intimamente legata al concetto di allenamento (fitness), e per contro rifiuta l\'utilizzo “passivo” dell\'assistenza.

Indirizzato principalmente a ciclisti con una discreta forma fisica, ha fatto del sensore di coppia (o sforzo) un vero e proprio cavallo di battaglia, adottato oggi da quasi tutti i costruttori e certamente imprescindibile per chi desideri un mezzo idoneo a percorsi impegnativi non rinunciando ad allenarsi.

"Quello che conta è avere una pedalata assolutamente naturale!"

Ma come funziona?

L\'utilizzatore deve applicare una certa forza sui pedali per attivare l\'assistenza del motore. Tale forza viene moltiplicata n volte, in base al livello selezionato dall\'utente mediante un dispositivo (pulsantiera) collocato sul manubrio. Lato sinistro.

Per avere assistenza continua il ciclista deve mantenere una cadenza pari ad almeno 50 PPM (pedalate/minuto), indipendentemente dalla pendenza affrontata. L\'assistenza viene fornita fino ad una cadenza di circa 100 PPM, ideale per gli utilizzi più fisici e sportivi.

Il sistema Bosch adotta ben tre sensori (coppia, velocità e cadenza) che agiscono simultaneamente nelle rilevazioni, circa 1000 volte al secondo!!

Per la trasmissione Bosch utilizza un sistema a catena composto da corona anteriore 15T (che equivale ad una corona 38T se si considera il fattore di moltiplicazione interna pari a 2,5) abbinato a cassette standard (11-36T /10-42T).

Tale rapportatura non risulta agilissima sul ripido e comporta una certa difficoltà, per i meno allenati, a tenere cadenze elevate. Si può ovviare alzando il livello di assistenza, tuttavia questo ha come conseguenza un sensibile aumento dei consumi.

La rapportatura non è in alcun modo modificabile, qualsiasi alterazione provoca un errore nella centralina di controllo e pertanto il sistema diventa inutilizzabile.

La sensazione che si ha è comunque fantastica sotto tutti gli aspetti. Molto silenzioso e fluido risulta molto energico quando si sale con il livello di assistenza.

La gamma 2016 ha introdotto “di serie” su alcuni modelli della linea Performance il display Nyon, vero e proprio boardcomputer All in-one dotato di sistema di navigazione, programmi di allenamento, interfaccia Bluetooth per ricevere sul display le notifiche dello smartphone e tanto altro come la sincronizzazione dei vostri percorsi con il portale online eBike-connect. Le sue dimensioni sembrano un poco esagerate per una bici ma soprattutto rimane molto esposto agli urti. Da scartare a nostro avviso per chi voglia utilizzare la bici in fuoristrada!!!

Meglio con la versione base (modello Intuvia), più compatto e protetto, oppure per il 2017  il nuovo Purion (anche se a questo manca qualcosa a livello di funzioni) molto compatto,semplice ed essenziale. Tutte queste caratteristiche lo rendono ideale per il fuoristrada dove conta avere il minimo indispensabile e concentrarsi solo sulla guida!!

Presente la funzione WALK (nei modelli 2017 Nyon e Intuvia con ben due modalità e fino a 6 Km/h) che consente di muovere la bici in tutta sicurezza e senza faticare nei tratti in cui la si deve spingere.

Sempre quest\'anno è stata introdotta la funzione di integrazione con cambi interni (Nu Vinci e SRAM) ed elettronici (Shimano Di2).

Bosch funziona solo con batterie originali Bosch Powerpack (da quest\'anno disponibile anche la 500Wh, oltre alle già note 300 e 400Wh), e la centralina non è programmabile dall\'utente ma soltanto dal rivenditore (su alcuni modelli). 

Tempo di ricarica della batteria con caricabatteria standard (4A): 300Wh: 2,5 ore. 400Wh: 3,5 ore. 400Wh: 4,5 ore

Novità 2017: Doppia batteria. Sui modelli che ne consentono l\'alloggiamento è possibile, mediante apposito cavo originale Bosch, installare due batterie per avere un\'autonomia davvero illimitata. Con due batterie da 500Wh si possono percorrere anche 300 Km senza problemi!!!!!

Una nota di merito speciale va data a Bosch per due ragioni che riguardano direttamente le batterie. La prima è certamente legata alle dimensioni più compatte se confrontata con quella del suo più prossimo rivale, Yamaha. La seconda riguarda il caricabatteria. Anch\'esso molto leggero e compatto, consente una ricarica molto veloce grazie ai suoi 4A di corrente di carica. Da quest\'anno è disponibile anche COMPANION, il nuovo caricabatteria da viaggio che pesa solo 500gr. ed ha un volume ridotto del 40% rispetto all\'originale. La corrente di carica massima del COMPANION è di 2A.

Da sottolineare il fatto che Bosch mette a disposizione gli aggiornamenti software del sistema via USB a cura del rivenditore, unitamente ad un software di diagnostica mentre Yamaha no, almeno per il momento non ne abbiamo ancora ricevuto comunicazione. Questo ha una ricaduta importante soprattutto per la valutazione dell\'usato ed eventuale permuta con il nuovo. Chi compra o vende una bici con sistema Bosch puo\' richiedere al proprio rivenditore un test diagnostico che determina lo stato di uso di tutto il sistema, garantendone i valori dichiarati!!!

Diagnostica Bosch E-Bike Alcedo Italia

Attualmente Bosch E-Bike System viene distribuito su tre linee di prodotto: Bosch Active Line, Bosch Performance Line e Bosch CX Performance, il motore più potente di Bosch studiato per il fuoristrada estremo!!

Emanuele Magnani
Jan 13, 2017

Lascia un commento

PayPal