Faq Di Domande generali

Perchè una bici elettrica?

Rispondere alla domanda “Perchè una bici elettrica?” è facile, ecco i principali motivi:E’ SILENZIOSA (non disturba), AGILE ( eviterete ingorghi, parcheggi, caos e stress da città) , AFFIDABILE (arriverete sempre a destinazione senza essere affatticati o sudati), COMODA (posso montare borse laterali, portapacchi), ECONOMICA (uno scooter costa minimo 5-600 euro /anno soltanto per bollo e assicurazione), RISPETTA L’AMBIENTE (non consumate carburante).La rivoluzione della mobilità comincia da qui. Attenzione: può cambiarti la vita!!

Perchè scegliere Alcedo Italia?

Sempre più persone scelgono questo mezzo per gli spostamenti casa-lavoro (commuting), per il cicloturismo, per il divertimento o semplicemente per il tempo libero. Negli ultimi anni, vista la forte crescita del mercato, sono nate numerose realtà che operano in questo settore.In Italia siamo stati tra i primi a credere nell’enorme potenziale dei Kit di trasformazione elettrica. Oggi, dopo 5 anni di esperienza fatta di prove, test e sperimentazioni, siamo in grado di fornire ai clienti prodotti di altissima qualità ed un efficente servizio di assistenza diretta.

Vendete solo online?

No. E’ possibile acquistare direttamete nella nostra sede. Tuttavia cerchiamo di promuovere in modo sempre più deciso la vendita online.

Dove potrei provare una delle vostre bici?

Attualmente è possibile provare le bici presso la nostra sede.Se volete potete consultare la Mappa e prenotare una prova.

Che cosa devo sapere sulla possibilità di affrontare salite?

Innanzitutto è opportuno, prima di scegliere un Kit per la propria bici, conoscere che tipo di utilizzo prevalente ne farete.Se trovate indicato 8% significa che quel motore, abbinato a quella centralina e quella batteria, sarà in grado di assistervi anche nell’affrontare salite di medio impegno. Comunque sia si tratta di un motore pensato per un uso prevalentemente in zone pianeggianti dove i dislivelli rappresentano un’eccezione piuttosto che una regola.Per affrontare percorsi più impegnativi in salita occorre rivolgersi alla fascia di motori che recano la dicitura 15%. Questo valore indica che sono idonei per un uso più gravoso, permettendo di superare tratti anche lunghi di pendenze importanti.

Quali vantaggi ci sono installando un Kit?

Applicare un Kit ad una bici muscolare significa principalmente poter godere dei vantaggi di una bici elettrica (a pedalata assistita) senza comprarne una. Tieni in considerazione che un Kit lo puoi anche spostare da una bici all’altra senza problemi.E’ un intervento:completamente reversibile (smontando i componenti la bici torna come era prima), facilmente integrabile (si possono aggiungere nuovi componenti separatamente), personalizzabile in tutte le sue parti (a seconda dell’uso che si intende fare della bicicletta).La vasta scelta dei componenti permette di acquistare un pacchetto dalle ottime prestazioni e dai pesi estremamente contenuti. Le vendite degli ultimi anni evidenziano chiaramente quanto sia in costante aumento il numero di clienti che oggi scelgono un Kit di trasformazione, rispetto ad una normale bici elettrica. Si può scegliere tra tante, diverse configurazioni, privilegiando l’autonomia di percorrenza, oppure le prestazioni in salita, in off-road, velocità, coppia, distribuzione dei pesi e altro ancora. Installando un kit potremo quindi scegliere un motore al mozzo anteriore o posteriore, adatto a percorsi pianeggianti oppure a tragitti con salite, batterie da portapacchi, da applicare al telaio (sfruttando i fori portaborraccia) oppure sottosella.Le soluzioni possibili sono davvero tante, dipende dal tipo di uso che intendiamo fare del nostro nuovo mezzo elettrico a due ruote. Lo staff di Alcedo Italia offre un servizio di assistenza pre-vendita su tutti i prodotti che trovate all’interno del sito.

Posso installare un Kit Alcedo Italia sulla mia bicicletta?

I nostri Kit di conversione elettrica si applicano alla stagrande maggioranza delle biciclette circolanti e reperibili sul mercato.Disponiamo di una vasta scelta di componenti (motori, batterie, centraline) in grado di soddisfare tutte le esigenze. Tuttavia esistono alcuni requisiti necessari al fine di una corretta installazione del Kit, quali la larghezza del carro posteriore di 135 mm (nel caso si scelga un motore posteriore) e la larghezza della forcella anteriore di 100 mm (nel caso si opti per un motore anteriore). Prima di installare un Kit raccomandiamo sempre di verificare con attenzione le caratteristiche del telaio e le misure richieste. Se avete qualsiasi dubbio sulla compatibilità della vostra bici inviateci una mail allegando una foto della stessa. Provvederemo quanto prima ad indicarvi le opzioni possibili.

Come posso scegliere il Kit giusto per la mia bicicletta?

Rispondere a questa domanda significa sostanzialmente formularne altre, tuttavia nulla e’ poi cosi’ scontato!! Di seguito trovate alcuni spunti di riflessione. Vogliono essere soltanto uno stimolo a farsi un’idea delle innumerevoli possibilita’ offerte da un Kit di trasformazione. Partendo dalla bici che si possiede e procedendo verso un’analisi delle proprie esigenze si puo’ certamente approdare ad una scelta pu’ consapevole.La mia bicicletta e’ in buono stato? Corrisponde alle mie esigenze? Freni, ruote, cambio sono efficienti? Spesso dobbiamo constatare che biciclette acquistate recentemente hanno una componentistica molto piu’ scadente di bici che hanno piu’ di dieci anni. Prima di scaricare o abbandonare la vostra cara bici e’ opportuno pensare se non sia proprio il caso di usarla come base per una nuova ed efficiente bici elettrica.Che tipo di telaio ho? Aperto oppure chiuso? La collocazione della batteria infatti e’ spesso condizionata dal tipo di telaio. Per esempio, sulle bici da donna con il classico telaio aperto la batteria puo’ essere installata all’interno di una borsa posteriore oppure nel portapacchi. Difficilmente nel tubo obliquo del telaio, come accade nelle bici da uomo con telaio chiuso. Nel telaio chiuso le possibilita’ sono moltissime.Che uso intendo fare della bici? Come sono le strade che percorro abitualmente? Quanta autonomia mi serve? La possibilita’ di affrontare salite in tutta tranquillita’ potrebbe essere un requisito necessario per qualcuno, mentre qualcun altro potrebbe pensare di privilegiare la scorrevolezza e la velocita’ in pianura. Altri ancora potrebbero desiderare una bici che gli permetta di affrontare percorsi misti, con continui saliscendi ma senza strappi impegnativi. Per molti ciclisti e’ importante poter affrontare percorsi in fuoristrada, nel tempo libero, altri usano la bici elettrica per andare al lavoro. Le esigenze di ognuno di noi sono le piu’ diverse. Alcuni percorrono 50 Km al giorno altri soltanto 10, questo ovviamente ha una ricaduta importante sulla capacita’ della batteria, che e’ paragonabile al serbatoio del motorino!I pesi sono importanti? Devo trasportare spesso la bici a mano, caricarla su un mezzo pubblico? Sull’auto o sul camper? Ovviamente anche questo determina un certo tipo di scelta. Si puo’ privilegiare la leggerezza, la facilita’ di montaggio e smontaggio dei componenti, piuttosto che le prestazioni o una grossa autonomia.L’estetica e’ importante? Oppure conta piu’ la sostanza? Anche le soluzioni estetiche sono innumerevoli e certamente legate al proprio gusto e al tipo di bici sulla quale si decide di installare un Kit.Alcedo Italia propone una serie di Kit pensati e collaudati sulle varie tipologie di biciclette. Potete consultare la lista completa andando alla sezione Kit Bici Elettrica oppure Inviandoci una mail con allegata una foto della tua bici e alcune informazioni relative all’uso che intendi farne possiamo aiutarti a scegliere il Kit giusto.

Se decido di cambiare bici posso riutilizzare il Kit che ho comprato?

Certamente, potete riutilizzare il Kit su qualsiasi bicicletta. Tuttavia vi sono rare eccezioni di compatibilità. Siamo comunque a disposizione per ogni chiarimento a riguardo.

L’installazione del Kit richiede competenze particolari?

No. Possiamo dire che per l’installazione del kit non servono competenze particolari, tuttavia sono necessarie una discreta manualità e una buona conoscenza delle parti meccaniche della bicicletta. Inoltre, tutti i Kit acquistati da Alcedo Italia vengono forniti con la relativa documentazione grafica, al fine di ottenere una semplice e corretta installazione (vedi Istruzioni).

Quali sono i costi di una ricarica?

Attualmente, considerando un costo medio dell’energia elettrica i costi di una ricarica si possono stimare intorno a 0.08€ per una percorrenza di circa 50 Km. Ciò significa che per fare 500 Km il costo medio ammonta a circa 1 euro. Con uno scooter la spesa per fare 500 Km ammonterebbe a circa 45 – 50 euro.

Con una bici elettrica devo pagare bollo o assicurazione?

No. Non esiste nessun obbligo di pagamento della tassa di proprietà in quanto non è un bene registrato , nè obbligo di assicurazione. Le biclette a pedalata assistita che soddisfano i requisiti imposti dal CdS sono equiparate in tutto e per tutto alle normali biciclette.

Cosa posso aspettarmi in termini di svalutazione?

Certamente le bici a pedalata assistita rappresentano oggi la categoria di mezzi di trasporto con il più basso coefficente di svalutazione che si conosca. La crescente domanda di tali mezzi determina un altissimo valore residuo della bici e dei suoi componenti, anche dopo alcuni anni. Si tratta in sostanza di un ottimo investimento, con la garanzia che qualora si voglia cambiare mezzo, il valore resterà sempre molto alto. Il contrario di ciò che accade se acquistiamo un ciclomotore. Dopo alcuni anni infatti il valore residuo sarà almeno la metà della somma pagata.

Perchè tanta differenza nei prezzi di acquisto?

Come in tutte le cose che compriamo esiste un rapporto qualità -prezzo. Nel caso di una bicicletta elettrica o a pedalata assistita, che è propriamente un mezzo di trasporto, risparmiare denaro non sembra affatto conveniente. La qualità dei singoli componenti elettrici e meccanici infatti influisce direttamente sull’efficienza, durata, affidabilità e sulle prestazioni del mezzo. A questo proposito Alcedo Italia propone soltanto componenti selezionati e testati durante gli anni di attività nel settore. Acquistando i nostri prodotti avrete la certezza della migliore qualità e la garanzia di un’assistenza diretta. Spesso basta leggere attentamente le specifiche tecniche per capire cosa stiamo comprando.

Le bici elettriche rispettano l’ambiente?

Sì. Decisamente. Le bici elettriche sono mezzi che utilizzano batterie ricaricabili per la propulsione, anzichè combustibili fossili. Come è facile intuire non esiste il problema delle emissioni, requisito che permette alle bici elettriche di circolare ovunque, ad esclusione delle zone pedonali dove ci sia un divieto anche per le normali biciclette. Anche lo smaltimento delle batterie esauste avviene attraverso un circuito dedicato (COBAT) che si occupa dello stoccaggio e del riciclo dei metalli contenuti all’interno delle celle.

Qual’è il componente più importante di un Kit?

Probabilmente la batteria. Prova ne sia che risulta essere anche il componente più costoso. A tal proposito va ricordato che è importante scegliere una batteria di qualità perchè da essa dipende in buona parte il funzionamento di una bici elettrica. Per contro, scegliere una batteria di qualità e prestazioni modeste significa inevitabilmente non poter godere pienamente delle potenzialità del mezzo. E’ molto importante che la batteria scelta sia adeguata alla potenza del motore e all’elettronica di controllo (centralina). Scegliendo i nostri kit avrete la certezza di installare componenti testati e selezionati, pienamente compatibili e sempre adeguati alla configurazione scelta.

Vorrei installare un vostro kit sulla mia bici, posso spedirvela?

Si. Abbiamo molti clienti che ci spediscono la loro bici, noi installiamo il kit scelto e gli rispediamo la bici pronta all’uso. Se avete dei dubbi in merito al kit da abbinare alla vostra bici oppure se desiderate sapere se sia idonea a montare un kit saremo a vostra disposizione per ogni chiarimento. A breve sarà online una pagina con i rivenditori locali dei prodotti Alcedo Italia.

Come posso scegliere la bici elettrica giusta per me?

Rispondendo alle 10 semplici domande che trovi nella pagina Quale E-Bike? avremo molti più elementi per darti il giusto consiglio. Bastano pochi minuti per compilare il questionario!

Posso montare un vostro Kit sulla mia bici da corsa?

Certamente. Alcuni dei nostri Kit sono perfetti per essere installati sulle bici da corsa. Sono compatti, leggeri e lasciano alla bici la sua naturale bellezza. Sempre piu’ clienti ci chiedono di elettrificare bici da corsa. Una tipica installazione su una bici da corsa prevede motore al mozzo anteriore, batteria nel borsino sottosella e display sul manubrio (al posto del ciclocomputer).

Posso diventare Rivenditore dei prodotti Alcedo Italia?

Certamente. Diventare rivenditori dei nostri prodotti e’ facile e conveniente. Alcedo Italia mette a disposizione l’esperienza, il personale specializzato e una vasta selezione di kit e componenti per bici elettriche. La soddisfazione dei nostri clienti passa anche attraverso una sempre maggiore diffusione territoriale dei prodotti e dell’assistenza. Se sei interessato vai alla sezione LAVORA CON NOI

Pedalata assistita o sostituita?

Per il CdS non sono ammesse alla circolazione su strade pubbliche biciclette a pedalata sostituita (per esempio dotate di accelleratore non subordinato al PAS), ovvero quando per far muovere la bici non sia necessario pedalare. Questo, per contro, significa che e’ obbligatorio avere a bordo del mezzo un dispositivo (come il PAS) che renda la bici a pedalata assistita (senza il movimento dei pedali non arriva corrente al motore).

Che cos’e’ una “pedelec”?

Con “PEDELEC” ci si riferisce comunemente alle biciclette “a pedalata assistita”, cosi’ come definite dall’Art.50 del CdS. Letteralmente significa “Pedal Electric Cycle” . Questo termine è molto usato nei paesi nordeuropei, mentre in Italia sembra ancora piuttosto raro. Da sottolineare come vi sia anche in uso S-PEDELEC, ovevro Speed Pedal Electric Cycle che definisce una particolare categoria di bici elettriche: quelle che possono raggiungere i 45 Km/h sneza che venga meno l’asssitenza del motore. Questa categoria di veicoli è soggetta ad immatricolazione, utilizzo obbligatorio del casco, esposizione della targa.

Quanto pesa una bici elettrica?

Dipende. Esistono numerosi fattori che determinano il peso di una bici dotata di motore elettrico e batteria. Oggi la tecnologia piu’ avanzata permette di contenere i pesi al minimo, tuttavia esistono ancora bici elettriche che arrivano a pesare piu’ di 30 Kg!! Il peso ha una ricaduta molto importante su tutti gli aspetti: efficienza, autonomia, guida, prestazioni e manovrabilita’ da fermo. Applicando uno dei nostri kit ad una bicicletta di buona qualita’ e’ possibile avere un mezzo piuttosto leggero e performante, circa 19 – 21 Kg (a seconda del tipo di motore e della capacita’ della batteria). Questi valori sono perfettamente in linea con quelli delle bici elettriche native di fascia alta, certamente piu’ costose. Un peso intorno ai 20 Kg rende la bici perfettamente pedalabile (grazie al sistema della ruota libera) anche senza assistenza elettrica!!

Che cos’e’ una Fat Bike?

La storia di queste incredibili bici inizia nel 2005, quando una piccola azienda del Minnesota (SURLY) realizza il primo telaio destinato a diventare il capostipite di una fantastica generazione di mezzi a due ruote: le Fat Bikes. Il loro nome dichiara esplicitamente che c’e’ qualcosa di grasso. Cosa?…Le gomme naturalmente!!!! In pratica sono MTB robustissime e senza sospensioni in grado di cavarsela in tutti i tipi di situazione. Neve, fango, sabbia non rappresentano un problema per questi mostri, sono praticamente inarrestabili!! Per saperne di piu’ clicca qui

Ho una bici in carbonio: Posso montare un vostro kit?

Si’. Certamente. In questi anni abbiamo registrato un forte incremento delle bici in carbonio allestite con un kit di trasformazione. La costante ricerca di maggiori performances, soprattutto attraverso una drastica diminuzione dei pesi, hanno portato molti cilcisti a scegliere bici in carbonio. Per questo motivo abbiamo deciso di progettare diverse soluzioni che fossero compatibili con le caratteristiche dei telai in composito. Per prima cosa sono stati realizzati speciali dischi magnetici per il sensore di pedalata (PAS). In secondo luogo ci siamo posti il problema degli speciali supporti per il captatore PAS. Anche i supporti per le batterie sono stati ripensati per non compromettere l’integrita’ del telaio. Abbiamo inoltre realizzato batterie su misura su specifiche nostre o del cliente. Siamo pertanto in grado di fornire le risposte giuste anche per la vostra bici in fibra di carbonio!!

Come posso scegliere il motore?

La scelta del motore e’ importantissima ma ovviamente anche molto soggettiva. Essa dipende fondamentalmente dal tipo di utilizzo prevalente che si intende fare della bici. Un motore centrale e’ piu’ adatto alle salite impegnative rispetto ad un motore al mozzo. Ha piu’ coppia e sfrutta i rapporti del cambio per salire meglio e consumare di meno. Un hub posteriore e’ un ottimo compromesso, rispetta la naturale trazione posteriore della bici offrendo una buonissima spinta anche su pendenze importanti (il BPM in tutte le sue declinazioni, BPM, BPM II, BPM CST, rappresenta ancora un modello di riferimento per affidabilita’, costi e prestazioni). I motori anteriori sono validissimi per gli utilizzi urbani, facili e veloci da installare senza intervenire sulla trasmissione. Di seguito una sorta di riepilogo generale per orientarsi meglio nella scelta: MOTORE CENTRALE (BBS01 BBS02) PRO: peso molto leggero (3,5 Kg), tantissima coppia, silenziosissimo, parco nei consumi, nessun attrito da spento, ruote e rapporti al posteriore originali. In caso di foratura si interviene come su una normalissima bici. Compatibile con la stragrande maggioranza delle bici con scatola del movimento centrale da 68 e 73 mm. Soltanto in pochissimi e rarissimi casi non si installa. Perfetto per le MTB (Enduro, Freeride, XC, All Mountain) CONTRO: monorapporto anteriore (questo comunque è un limite SOLTANTO a sistema spento). Quando è acceso non si sente la mancanza di rapporti più agili. La corona originale 46T e’ senza dubbio piu’ adatta a percorsi fuoristradistici non particolarmente difficili. Per l’offroad impegnativo si consiglia di montare la corona 42T, realizzata esclusivamente per migliorare le prestazioni di questo fantastico motore. Si sale infatti anche a velocita’ ridotta con una cadenza di 70 pedalate al minuto!! Esteticamente piu’ “visibile” del motore al mozzo. HUB POSTERIORE SWXH PRO: Rapporti inalterati della bici (TRASMISSIONE ORIGINALE), molto leggero (3 Kg), molto scorrevole da spento, fornisce un discreto aiuto in salita. Consigliato per tutte le applicazioni in ambito City- Trekking, oppure laddove sia importante risparmiare peso. Esteticamente molto bello e discreto. Compatibile con la stragrande maggioranza delle bici in commercio (carro posteriore 135 mm). Dischi freno compatibili: 160, 180, 200 mm CONTRO: Compatibile soltanto con pacco pignoni a filetto, se si fora bisogna avere una chiave da 18 con sè per smontare la ruota. HUB POSTERIORE BPM PRO: rapporti inalterati della bici (TRASMISSIONE ORIGINALE), molto scorrevole da spento, un buonissimo aiuto in salita. Indistruttibile e affidabilissimo anche nell’offroad impegnativo. Esteticamente molto pulito, con rotore disco da 180 e pacco pignoni con almeno 34T montati praticamente non si vede. Compatibile con la stragrande maggioranza delle bici in commercio (carro posteriore 135 mm). Dischi freno compatibili: 160 (non monta sul modello BPM mentre e’ compatibile con BPM II e BPM CST), 180, 200 mm (compatibili con tutti i modelli BPM). CONTRO: peso di 4,2 Kg, utilizza un pacco pignoni a filetto, (tranne il BPM CST che monta invece le “cassette”). Se si fora bisogna avere una chiave da 18 con sè per smontare la ruota. HUB ANTERIORE (SWXU – SWXK5) PRO: rapporti inalterati della bici (TRASMISSIONE ORIGINALE), molto scorrevole da spento, facile e veloce da installare. Ideale per i tragitti urbani di tutti i giorni, assiste benissimo sui cavalcavia e comunque su salite fino all’8-10%. Esteticamente molto pulito, e’ compatibile con con rotore disco da 160 e 180 mm (escluso SWXU). Si monta su tutte le bici con forcella anteriore da 100 mm (interasse forcellini). Economico. CONTRO: Non e’ concepito per utilizzi intensivi e con potenze importanti. La trazione anteriore puo’ generare qualche incertezza su fondi scivolosi e comunque a scarsa aderenza. Se si fora bisogna avere una chiave da 18 con sè per smontare la ruota. Esclude la possibilita’ di montare una dynamo.Leggi tutto

Posso installare un BBS01/BBS02 sulla mia Fat Bike?

Da oggi e’ possibile installare un motore BBS01 BBS02 su tutti i movimenti centrali OVERSIZE (Enduro 92 mm; Fat Bike 100 mm BSA e Press Fit; Fat Bike 132 mm Press Fit) grazie ad una speciale modifica che abbiamo progettato e realizzato. Non ci sono piu’ limiti nelle applicazioni di questo straordinario motore. Prossimamente la versione XXL 132. Abbiamo già commercializzato la versione XL100, in vendita qui

PayPal